Hotel da Fine Elba
Hotel Da Fine – Via Vallebuia, 4 – Loc. Seccheto – 57034 Campo nell’Elba (LI) – Isola d’Elba – Tel. (+39) 0565 987017 – Cel. (+39) 335 5342382

Le Spiagge

Spiaggia di Seccheto

Pur non essendo particolarmente appariscente come spiaggia, e quindi meno frequentata e conosciuta rispetto alle altre due spiagge della Costa del Sole, Seccheto è comunque una piccola ma fondamentale perla di quel famoso monile che secondo la leggenda, si sfilò dal collo di Venere, e cadde nelle acque del Tirreno. È di sabbia bianca, ma offre delle bellissime scogliere laterali che invitano qualunque bagnante ad un’abbronzatura comoda e rilassata, e formano delle naturali discese nelle piscinette d’acqua salata. I suoi trasparenti e brillanti fondali, riflettono una variegata flora e fauna marina e diventano un paradiso per gli appassionati di snorkeling. È molto frequentata anche dagli apneisti. Offre tutti i servizi.

Cavoli

È una delle spiagge più conosciute della costa occidentale dell’Elba. Per questo in estate è estremamente affollata e non indicata a chi cerca la tranquillità. Abbastanza lunga, in sabbia, abbastanza incassata nella costa, e quindi relativamente riparata. Esposta al versante meridionale, è molto spesso frequentata anche nelle stagioni meno calde per essere a ridosso dei venti freddi. Offre tutti i servizi.

Fetovaia

Una delle spiagge più conosciute, belle e ritratte dell’isola. Non molto lunga, ma sabbiosa e dai fondali per un lungo tratto poco profondi, sorge in uno scenario naturale molto caratteristico e non molto deturpato dalla pressione edilizia. È ben riparata dalla lunga e bellissima striscia di terra che forma la punta omonima, coperta da una rigogliosa vegetazione: raramente l’arenile è soggetto a mareggiate. Bellissime in giugno le fioriture di giglio di mare, a ridosso della spiaggia e rigorosamente protette dal parco nazionale. Estremamente frequentata, offre tutti i servizi.

Le Cave Marittime

Sulla parte sinistra dell’insenatura di Seccheto, in località Le Conche, troviamo scogliere granitiche che affiorano dal mare, e sono tracce di un’antica cava forse di età romana, oggi sommersa. La vasca più grande da cui si possono osservare i gradoni risultanti dall’estrazione di blocchi granitici che si spingono fino a mt. 1,5 di profondità, è adatta anche per i baby appassionati di snorkeling.

Accesso: in loc. Le Conche, da Seccheto verso Cavoli, stradello con indicazione Le Cave Marittime

Le Piscine

Rocce di granito con alcune comode piscine naturali, esposte a sud sono indicatissime per prendere il sole o per un tuffo in un mare blu subito abbastanza profondo, sempre limpidissimo. Costituiscono il paradiso dei nudisti che da tempo ne hanno fatto un loro feudo.

Accesso: lungo la strada tra Seccheto e Fetovaia, l’accesso al mare è possibile in più; punti. Uno tra questi si trova in corrispondenza del 2° piazzale che contiene alcune palme.

Colle Palombaia

Esposta al mare aperto, in sabbia e ghiaia scura, dai fondali subito profondi. Si trova in un tratto di costa roccioso, da cui inizia la scogliera di Capo Poro, in cui si aprono minuscole spiagge (raggiungibili solo dal mare). Abbastanza lunga, non è però molto affollata, non essendo segnalata. Offre qualche servizio.

Accesso: lasciando l’auto sulla provinciale Marina di Campo-Cavoli, al bivio per San Piero, si scende alla spiaggia prima su una strada poi su una scalinata.

Le Calle

Si tratta di scogli abbastanza pianeggianti, tali da permettere di sdraiarsi al sole. Molto apprezzati per la limpidezza dell’acqua e per la riservatezza del luogo. Molti punti di questo tratto di costa sono difficilmente visibili dalla strada, tant’è che sono aree segnalate per essere frequentate anche da naturisti.

Accesso: si trova nel punto d’inizio di Via La Calle (lato Seccheto), in un tratto di strada provinciale in cui il guard-rail è interrotto per riprendere con una staccionata di legno. Si arriva agli scogli dopo aver sceso una settantina di scalini e, nel tratto finale, una scala di ferro con 12 gradini.

Le Tombe

Splendida spiaggia in un tratto di costa brullo e dirupato. Non molto lunga, in ghiaia scura più o meno grossa, è esposta al mare aperto e frequentemente battuta dalle mareggiate. È soprattutto apprezzata per lo scenario naturale, l’esposizione a un versante solatio e la tranquillità. Non offre alcun servizio, ed è indispensabile l’ombrellone. Molto belle anche le trasparenze del mare antistante. Il nome ci ricorda che siamo in una zona ricca di sepolture protostoriche.